molto sangue dall’altare di satana

youtube 666 google, CIA, 666 UK NWO ] voi volete fare gli zombies: i morti viventi, i gods invisibili contro di me? io non vi dico niente! ma, non vi permettete più di entrare a gamba tesa, in questo gioco sporco di sacerdoti di satana (oggi scorrerà molto sangue dall’altare di satana, per colpa tua mi dissero i satanisti di youtube), per inibirmi la pubblicazione e l’accesso a mio: https://www.youtube.com/channel/UCnlDY0bVfVJxvWrDyZ2TSJA/discussion in debjan ci sono 3 aggiornamenti bloccati affinché la CIA possa prendere il controllo del mio computer!

1. Java; 2. firefox (ELS); 3. italian language package for firefox (ELS)

satana CIA 666 UK ] cosa è questa merda? [ Questo aggiornamento è bloccato.

I registri dello sviluppatore saranno mostrati poiché una descrizione non è disponibile per questo aggiornamento:

Failed to download the list of changes. Please check your Internet connection.

jewish temple III kingdomIn risposta lothario( 08:12 17.07.2017 | lothario, ogni shariah è terrorismo e genocidio del genere umano! non esiste una shariah buona! Israele deve pensare alla sua sicurezza, e non pensiamo che sia lui da solo a togliere le castagne dal fuoco (e a pagarne il prezzo) a tutto il genere umano! Tu neghi ad ISRAELE il diritto di esistere di fronte a ISLAM, quindi che diritto hai tu di esistere di fronte a ISLAM?

http://corano-talmud.blogspot.it/ Spiacenti, il blog all’indirizzo corano-talmud.blogspot.com è stato rimosso. L’indirizzo non è disponibile per nuovi blog.

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
Pensioni, l’allarme di Boeri (Inps): lo stop a 67 anni costa 141 miliardi

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
No ai migranti in città: i sindaci guidano la rivolta dei residenti da Messina a Chieti Terremoto, coi soldi degli sms solidali vogliono farci piste ciclabili e Spa

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
Verdetto choc, cambiare sesso? Non serve più la chirurgia: basta un giudice

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
http://corano-talmud.blogspot.it/ Spiacenti, il blog all’indirizzo corano-talmud.blogspot.com è stato rimosso. L’indirizzo non è disponibile per nuovi blog.

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
[email protected] RESTITUITEMELO GRAZIE my ISRAELE ] circa http://corano-talmud.blogspot.com/ è stato esaminato ed è stata verificata la violazione dei nostri Termini di servizio per: VIOLENCE, google blogger si riferisce alla violenza che TALMUD e CORANO fanno contro tutto il genere umano? CERTO DEVE ESSERE COSÌ!

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
jewish temple III kingdomIn risposta lothario( 08:12 17.07.2017 | lothario, ogni shariah è terrorismo e genocidio del genere umano! non esiste una shariah buona! Israele deve pensare alla sua sicurezza, e non pensiamo che sia lui da solo a togliere le castagne dal fuoco (e a pagarne il prezzo) a tutto il genere umano! Tu neghi ad ISRAELE il diritto di esistere di fronte a ISLAM, quindi che diritto hai tu di esistere di fronte a ISLAM?

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
satana CIA 666 UK ] cosa è questa merda? [ Questo aggiornamento è bloccato. I registri dello sviluppatore saranno mostrati poiché una descrizione non è disponibile per questo aggiornamento: Failed to download the list of changes. Please check your Internet connection.

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
Yuan, “vorrei ma non posso” sostituire il dollaro 12:37 16.07.2017(E’ dalla fine degli anni ’50 che la bilancia commerciale degli Stati Uniti ha cominciato a essere deficitaria e cioè la somma dei prodotti importati supera notevolmente quella delle esportazioni. Teoricamente, il saldo della bilancia commerciale di ogni Paese è uno dei fattori che determina il tasso di cambio della sua moneta rispetto alle altre ma non sembra essere questo il caso americano. Anche la spesa pubblica interna è superiore al Prodotto Interno Lordo e durante la recente crisi, esplosa nel mondo proprio partendo dalle “bolle” dell’economia americana, la Fed ha moltiplicato enormemente l’immissione di dollari sul mercato senza che ciò avesse un effetto significativo sull’inflazione interna. Secondo le basilari regole dell’economia l’aumento della quantità di denaro (fisico o virtuale) in circolazione, se non supportato da una crescita dell’economia interna, dovrebbe provocare e una svalutazione della valuta e un aumento dei prezzi causato dall’incremento della domanda. Normalmente, ogni volta che in uno Stato la spesa pubblica supera il PIL (se prolungata nel tempo e se non indirizzata a investimenti) e la bilancia commerciale si trova in perdita, l’immediata conseguenza diventerebbe la svalutazione della sua moneta. In altre parole, se per lungo tempo il pubblico e i privati spendono più di quanto producono, significa che in quel Paese si sta vivendo grazie a un debito concesso da creditori che, prima o poi, chiederanno la restituzione di quanto concesso. Con più il debito aumenta, maggiore dovrebbe essere la difficoltà a finanziarlo e minore la fiducia che la moneta di quel Paese riscuoterà sul mercato internazionale. La Grecia, ad esempio, avendo vissuto “a sbafo” per lunghi anni e non riuscendo a ripagare quanto ottenuto, è sostanzialmente in fallimento e se ciò non si è ancora formalizzato è solo perché la sua valuta attuale, l’Euro, è condivisa con altri Stati europei. Lasciare fallire Atene avrebbe ripercussioni negative anche su tutti gli altri. Per questo motivo, e contro ogni attendibilità di un futuro risanamento, i creditori continuano a rinnovare prestiti che serviranno unicamente a ripagare se stessi senza avere alcun costatabile effetto sul recupero dell’economia reale. Naturalmente, si tratta di prestiti in arrivo solo da Enti pubblici (EU e FMI) poiché nessun privato che non abbia intenti puramente speculativi accetterebbe di continuare a elargire nuovo denaro che, verosimilmente, non sarà mai restituito. Un altro è il caso dell’Islanda, che nel 2008 si trovava nella stessa situazione di Atene, ma era fuori dall’Euro. L’isola-Stato è uscita dalla triste situazione semplicemente dichiarando che non avrebbe tenuto fede ai debiti in corso. In altre parole, ha ricordato ai suoi creditori (soprattutto banche britanniche e olandesi) il celebre detto napoletano: “Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato” e così è stato. Oggi Reykjavik ha un’economia sana e in netto recupero, con tassi di crescita che hanno toccato anche il sette percento annuo. L’Argentina fece qualcosa di simile, accettando di ripagare solo una parte dei propri debiti ma continua a soffrire. Gli Stati Uniti, nonostante i valori della sua economia reale siano più vicini a quelli di uno Stato in fallimento che a uno Stato in buona salute, non si sono comportati né come la Grecia né come l’Islanda né come l’Argentina. Anche durante il periodo di forte “quantitative easing” la valuta americana non si era indebolita e perfino la domanda interna sembra aver continuare a tenere (qualcuno afferma che cresce, anche se non c’e’ certezza sulla sua durata) pur rimanendo bassa l’inflazione. Com’è possibile, se i basilari dell’economia porterebbero pensare il contrario? La ragione dell’apparente contraddizione sta nel fatto che il dollaro non è una banconota qualunque: è la moneta mondiale per eccellenza. E’ usata come mezzo di pagamento nella maggior parte degli scambi internazionali e come principale valuta di riserva straniera nella più parte degli Stati. Per dare un esempio, l’ottantotto per cento degli scambi valutari mondiali è in dollari americani e il 40 percento dei pagamenti è effettuato in questa valuta. Inoltre, ogni Stato che voglia rinforzare la propria stabilità finanziaria e garantire la propria moneta accumula riserve, oltre che in oro, anche in valuta straniera e sceglie di farlo principalmente in dollari. Viene da sé che la stampa di nuovi dollari non si riversa soltanto sul mercato interno americano ma si allarga in tutto il mondo. Perfino la Cina ha i forzieri pieni di dollari e di titoli del Tesoro americano. Questi ultimi, i famosi Bond, sono la forma principale attraverso la quale il denaro straniero, pubblico e privato, finanzia l’economia americana e consente alla FED la stampa di enormi quantità di denaro senza che né l’inflazione interna né il valore del dollaro ne risentano. In pratica è come se l’America fosse la banca centrale del mondo, solo che invece di stampare solo moneta emette anche titoli di stato. Su tale moneta, proprio come una banca centrale, gli Usa non pagano interessi o pagano un tasso inferiore a quello di mercato. Possono quindi continuare a indebitarsi a buon mercato e ricavare interessi più alti dai loro investimenti all’estero. Se gli Stati Uniti fossero un Paese qualunque, a queste condizioni nessuno accetterebbe più di usare o comprare dollari per la paura di trovarsi in mano soltanto carta straccia. Ma Washington non è la capitale di uno Stato qualunque. La supremazia mondiale conquistata grazie alla dimensione globale della sua economia e alla forza politica e militare, crisi o non crisi, la presenza delle loro basi quasi ovunque e il potere di condizionamento che esercitano su Enti come la Banca Mondiale e il Fondo monetario internazionale gli consentono di dettare le regole cui, chi più chi meno, tutti devono adeguarsi. La conseguenza è che, nonostante il deficit commerciale e l’esondare della spesa pubblica, il potere di spesa del consumatore americano rimane forte grazie ai soldi stranieri che, nonostante tutto, continuano ad arrivare in massa. Il dollaro divenne la valuta di riferimento per le altre grandi monete del mondo grazie al trattato di Bretton Woods (verso la fine della seconda guerra mondiale) e si basava inizialmente sul fatto che gli Stati Uniti, su semplice richiesta, avrebbero garantito l’immediata convertibilità dei dollari in oro. Quando Nixon, soffocato dai costi della guerra del Vietnam, decise unilateralmente che tale convertibilità non sarebbe più stata rispettata, ci fu un temporaneo indebolimento della moneta senza però che alcuno insidiasse il ruolo internazionale nel frattempo assunto. Quella diminuzione del suo valore di scambio fu funzionale anche a rendere meno onerosi i debiti verso l’estero. Trump è conscio del rischio implicito nell’attuale situazione e, fin dalla campagna elettorale, pensò che si dovesse fare qualcosa per ribilanciare entrate e uscite. Da imprenditore, pensava che fosse possibile rinegoziare con tutti i singoli creditori (cioè i possessori di Bond) il debito in essere e lo disse apertamente. Salvo scoprire che è la stessa Costituzione americana a impedirlo. L’emendamento 14 recita, infatti, che “… la validità del debito pubblico americano non può essere messa in discussione…”. A meno, dunque, che non si cambi la Costituzione, gli Stati Uniti devono restare solventi verso il proprio debito. Tuttavia, quel che la Costituzione americana non precisa è che l’intrinseco valore di quel debito può cambiare nel tempo. Cioè, se il dollaro si svaluta, il credito resta nominalmente lo stesso ma il suo valore reale diminuisce. E’ esattamente quello su cui punta oggi Trump: una diminuzione del valore del dollaro per ripagare più facilmente l’enorme indebitamento con l’estero accumulato negli ultimi anni. Il limite resta nel fatto che se la moneta dovesse svalutarsi troppo o troppo bruscamente si creerebbe una diffusa diffidenza e nessuno comprerebbe dei nuovi Bond. In questo caso sarebbe come se una catena di S. Antonio (o schema Ponzi) si spezzasse: non arrivando nuovo denaro, tutto il sistema crollerebbe. Questa soluzione non conviene nemmeno agli attuali possessori dei bond in circolazione: meglio perdere qualcosa a causa del cambio che perdere tutto. Di conseguenza, ogni possibile deprezzamento deve essere contenuto e graduale. D’altra parte, se la sfiducia verso Washington dovesse diffondersi e qualcuno fosse tentato disfarsi di quelli già in suo possesso, l’immissione sul mercato di grandi quantità di Buoni del Tesoro americano in breve tempo ne farebbe ulteriormente calare il prezzo, penalizzando così ancora di più i suoi possessori. Per cercare di uscire da questo circolo vizioso e sottrarsi, anche politicamente, al dominio valutario americano, alcuni Stati tra cui la Cina, la Russia e l’Iran, decisero non molto tempo fa che gli interscambi interni avrebbero dovuto svolgersi soltanto nelle rispettive valute. Più difficile, però, è stato per loro intervenire sulle proprie riserve. Anche qualora per ragioni politiche o economiche volessero rinunciare al dollaro, dovrebbero decidere quale potrebbe essere la valuta sostitutiva.

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
Perché il Papa critica l’intesa Trump-Putin, e tradisce la cristianità? il «pericolo» per Francesco I sia quello che l’alleanza tra Usa e Russia possa mettere a rischio l’arrivo dei flussi migratori. Il Papa dà per scontato che questi flussi debbano continuare e non possano trovarsi soluzioni alternative al problema. Allo stesso tempo però dimentica che il flusso continuo di partenze dall’Africa sub-sahariana ha l’effetto di svuotare i paesi africani delle loro risorse e di mettere a repentaglio la stabilità socioeconomica del continente europeo già duramente provato dalla crisi della moneta unica. L’immigrazione è «una tragedia» come ha riconosciuto Francesco I, ma continuare a incentivare il fenomeno senza cercare una via di sviluppo per i paesi africani, non migliorerà le condizioni di vita dei migranti. Chiudiamo i porti o affogheremo sotto l’onda dei migranti (e dell’ipocrisia) Nel migliore dei casi li renderà schiavi di un sistema mercantilista interessato solo a sfruttare una enorme massa di manodopera a basso costo; nel peggiore consegnerà molti di loro nelle braccia della criminalità. Francesco ha a cuore i migranti perché poveri ed esclusi, ma nel suo messaggio non c’è traccia di solidarietà per i poveri egli esclusi del Paese dove il Vaticano si trova: l’Italia. Secondo l’Istat, il 29% degli italiani, circa 17,5 milioni di persone, si trova sulla soglia della povertà e dell’esclusione sociale. Ma il Papa sembra avere più a cuore la causa di persone distanti migliaia di chilometri. «Amerai il prossimo tuo come te stesso» è l’insegnamento lasciato da Gesù, ma qui si guarda solo al prossimo più lontano mentre non c’è una parola per quello vicino costretto a dormire in macchina dalla crisi o a saltare la cena. Irrituale anche il fatto che Francesco tenga in così alta considerazione il parere di un noto ateo, Eugenio Scalfari, sulla gestione della Chiesa. Benedetto XVI aveva dialogato con persone ben più autorevoli, basti pensare a Jürgen Habermas, ma senza cedere di un millimetro sulla dottrina. Qui invece non sappiamo più se la dottrina sia quella del Papa o quella di un dichiarato non credente. Entrambi aspirano a una religione universale che più che cristiana sembra quella massonica. Scalfari quando si accomiata da Francesco rileva che «un Papa come questo non l’abbiamo mai avuto». Su questo non gli si può proprio dar torto. La confusione nel mondo cattolico è grande, e anche tra i non credenti molti non condividono le idee di Scalfari. Quanto mai opportuno è quindi il sondaggio lanciato ieri da scenari economici.it su Francesco. Tutti coloro, credenti o non credenti, che intendono partecipare potranno farlo sino alle 19 di martedì. Ecco le domande. 1) Elezione: a) l’elezione di papa Francesco è stata frutto solo della stanchezza di papa Benedetto XVI e della volontà della Chiesa, espressione dello Spirito santo? b) pensate che le dimissioni di Benedetto XVI e l’elezione di papa Francesco siano avvenute a causa di pressioni di poteri esterni alla Chiesa o a lei contrapposti? 2) riguardo alla posizione di papa Francesco di apertura e accoglienza totale verso l’immigrazione: a) pensate che sia positiva per la Chiesa e la comunità cattolica e in definitiva per l’Italia? b) pensate che condurrà alla distruzione della Chiesa e alla cancellazione della cultura cattolica e al declino dell’Italia? 3) ritenete che le posizioni di papa Francesco verso la morale della dottrina cattolica siano: a) coerenti con la dottrina e la morale della Chiesa? b) in contrasto con la dottrina della Chiesa e con la morale cattolica? Fonte: http://www.controinformazione.info

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
in debjan ci sono 3 aggiornamenti bloccati affinché la CIA possa prendere il controllo del mio computer! 1. Java; 2. firefox (ELS); 3. italian language package for firefox (ELS)

Human sacrifice 666 Cremation of Care1 secondo fa
youtube 666 google, CIA, 666 UK NWO ] voi volete fare gli zombies: i morti viventi, i gods invisibili contro di me? io non vi dico niente! ma, non vi permettete più di entrare a gamba tesa, in questo gioco sporco di sacerdoti di satana (oggi scorrerà molto sangue dall’altare di satana, per colpa tua mi dissero i satanisti di youtube), per inibirmi la pubblicazione e l’accesso a mio: https://www.youtube.com/channel/UCnlDY0bVfVJxvWrDyZ2TSJA/discussion

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
When Christians are no longer related to the Word of God and Bible prophecy? Then, belong to Bilderberg Ja BullON Gezabele Queen UK, LGBTI darwin sodoma Gender jihad shariah akbar! We are unable to post your comment because you have been banned by unitedwithisrael.org. Find out more. quando i cristiani non sono più collegati alla Parola di Dio e alle profezie bibliche? poi, appartengono a Bilderberg Ja BullON Gezabele queen UK, LGBTI darwin sodoma Gender jihad shariah akbar! https://unitedwithisrael.org/mennonite-church-usa-votes-to-boycott-israel/

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
Mennonite Church USA Votes to Boycott Israel ] quando i cristiani non sono più collegati alla Parola di Dio e alle profezie bibliche? poi, appartengono a Bilderberg Ja BullON Gezabele queen LGBTI darwin sodoma Gender jihad shariah akbar!

Jerusalem Messiah Mahdì Yerushalayim Kingdom5 giorni fa
im Yitzhak Kaduri Messiah ] God JHWH Holy did not send me, into Internet, because I had so much time to lose! I have become for 10 years: the desperation of all satanic priests, the cannibals of CIA 666 UK Merkel 322 Macron, who make 200,000 human sacrifices on the altar of Satan: every year: into NATO Against all this evil malefic Bilderberg regime evil of: google, youtube facebook, gestapoGAYnazi, SPA FED BCE NWO NATO CIA 666 UK, Talmud agenda 666 kabbalah? Only with exorcisms you can protect yourself! because [translate. Google] is a daemon alien, on over: the internet all , is a demonic collective symbiotic intelligence called “ENTITY” this is demonic NewWorldOrder,

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
jewish temple III kingdom 10.07.2017 | Il consiglio per la sicurezza pubblica! Che bel nome…suona proprio di democrazia. E vogliono pure vietare il cartone animato di Masha e Orso…. nel regime ucraino ci sono dei pericolosissimi squilibrati mentali della NATO! 10.07.2017 In Ucraina chiedono di vietare il cartone animato “Masha e Orso”, Un’organizzazione politica di Odessa, “Il consiglio della sicurezza pubblica”, ha invitato il governo ucraino a vietare la trasmissione del cartone animato russo “Masha e Orso”. Secondo gli attivisti, incarna “orribili idee propagandistiche” e “deforma la conoscenza dei bambini”.

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
se le bestie di Satana e di Gezabele queen second uccideranno, il piccolo Charlie Gard? gli UK 666 CIA pagheranno con la loro vita!

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
questo è un abuso dello Stato Massone! lo Stato non è il padrone dei cittadini! LONDRA, 10 LUG – Il tribunale britannico ha deciso che si dovrà tenere giovedì prossimo una nuova udienza sulla cura sperimentale per il piccolo Charlie Gard. Il giudice Nicholas Francis al termine di quella preliminare di oggi ha affermato che i genitori potranno quindi esporre le “nuove informazioni” che dicono di avere sulla cura sperimentale per il bimbo di 11 mesi ricoverato a Londra.

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
jewish temple III kingdom 23:34 10.07.2017 | in effetti, tutto si può dire, se può essere provato: altrimenti dalla illazione il passo alla calunnia è breve! mentre è dimostrato che OBAMA e Hillary hanno shariah tradito gli USA e hanno elevato il debito a libelli da strage universale per tutto il pianeta.. G20: Chelsea Clinton, ‘mai come Ivanka’ Scambio su Twitter. figlia Hillary, ‘spero non svendi paese’

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
Amadeo, questa russofobia è l’indicare concreto, che la UE tecnocratica massonica e finanziaria un Regime Bilderberg, e non ha più nulla in comune con la democrazia.. ormai tutte le nostre vite sono in pericolo di morte!

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
il regime islamico nazista di Erdogan sta mettendo a repentaglio la sicurezza non solo di tutti i Paesi che lo circondano! perché le sue ambizioni sono geopolitiche e senza ritegno ] ISTANBUL, 10 LUG – All’indomani della manifestazione dell’opposizione turca a Istanbul, la più grande degli ultimi anni con centinaia di migliaia di persone in piazza, il leader del socialdemocratico Chp, Kemal Kilicdaroglu, ha fatto visita nel carcere di Maltepe al deputato del suo partito Enis Berberoglu. L’arresto di quest’ultimo aveva ispirato la ‘marcia per la giustizia’ da Ankara a Istanbul, che si conclusa confluendo nel grande raduno di ieri. Primo parlamentare del Chp finito in manette – come già accaduto a una dozzina di deputati curdi dell’Hdp -, Berberoglu è stato condannato in primo grado a 25 anni con l’accusa di essere la fonte dello scoop del quotidiano Cumhuriyet sul passaggio di armi in Siria su tir dei servizi segreti di Ankara. “La giustizia è stata condannata e incarcerata”, ha detto Kilicdaroglu ai reporter fuori dalla prigione, sostenendo che le detenzioni decise “ingiustamente” stanno provocando “ferite profonde” nella società turca.

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
#CINA ] l’ultimo desiderio prima di morire? non si può negare a nessuno! Merkel chiede gesto umanitario per Liu Il dissidente in condizioni critiche, appello della cancelliera

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
Questo ATTENTATO nazista, che viola il suffragio universale del Donbass, con relativo genocidio dei russofoni, è anche un attentato alla SOPRAVVIVENZA del GENERE UMANO, e conferma soltanto che il colpo di stato (golpe con i cecchini della CIA a KIEV) di piazza Maidan? e’ stato organizzato dalla NATO a suo proprio uso e consumo. MOSCA, 10 LUG – “La Russia deve ritirare migliaia di soldati dall’Ucraina e interrompere il sostegno ai miliziani”: lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in una conferenza stampa a Kiev con il presidente ucraino Petro Poroshenko. Lo riferisce l’agenzia Ukrinform. “La Nato – ha aggiunto Stoltenberg – resta salda nel suo sostegno alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina”.

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
jewish temple III kingdom In risposta belli corrado(23:10 10.07.2017 | belli corrado, OGNI ISLAMICO SHARIAH È UN TERRORISTA! Kashmir: uccisi 7 pellegrini indù

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
jewish temple III kingdom 23:07 10.07.2017 | ITAGLIA L’INFAMIA DEGLI IGNAVI! Un anno fa, il primo luglio 2016, a Dacca 9 italiani venivano trucidati dagli estremisti islamici. Una tragedia dimenticata in fretta, che non ha trovato spazio questi giorni sulle pagine dei giornali italiani, troppo presi dal concerto di Vasco Rossi. Un anno dalla strage di Dacca, in Italia silenzio mediatico.

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
soltanto i Sauditi hanno il potere di poter portare in Palestina una pace duratura e definitiva! ENTRAMBI ISRAELE E SHARIAH? DEVONO ESSERE DISTRUTTE INSIEME, E NOI DOBBIAMO FARE: UNA MONARCHIA CHE È UN NUOVO IMPERO PERSIANO CON TUTTO IL MEDIO ORIENTE. SOLTANTO IN QUESTO MODO LA MINACCIA DI HITLER ERDOGAN POTRÀ ESSERE ARGINATA E GLI EGIZIANI NON SARANNO COSTRETTI A SUBIRE IL GENOCIDIO! Il ministro della Difesa israeliano Liberman sostiene un accordo regionale per la pace con i palestinesi, anziché l’approccio bilaterale ancora non riuscito. Durante una riunione settimanale con il partito politico che ha presieduto, Yisrael Beiteinu, il ministro della Difesa Avigdor Liberman ha invitato il consulente dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump su Israele, Jason Greenblatt, a porre fine agli sforzi volti a un accordo bilaterale di pace con l’Autorità palestinese. “Dubito se possiamo avanzare qualcosa, per non parlare di un accordo storico o di grande portata”, ha detto Liberman, secondo il Jerusalem Post. Greenblatt, tweeted la domenica sera che era “tornato in Israele e nei territori palestinesi per continuare i nostri sforzi per cercare di ottenere una pace duratura”. Alla riunione di lunedì, Liberman ha sostenuto un processo di pace bilaterale indicando i ripetuti tentativi falliti che usano questo approccio. “Quindi invitiamo l’inviato americano a frenare la traccia bilaterale e investire tutti gli sforzi in un accordo regionale”, ha continuato Liberman. “Se tutta l’energia viene investita nella normalizzazione delle relazioni tra Israele e gli stati arabi, i palestinesi e tutti gli altri non avranno altra scelta se non per unire l’iniziativa”. Trump ha precedentemente espresso l’apertura e il sostegno all’idea di un approccio regionale di pace, durante il suo incontro all’inizio di quest’anno con il primo ministro Benjamin Netanyahu a Washington, DC. Il mese scorso, un rapporto ha suggerito che Trump stava pensando di abbandonare l’iniziativa bilaterale di pace tra Israele e la PA, dopo una serie di incontri apparentemente deludenti tra i suoi consiglieri e funzionari della PA.

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
Israeli Defense Minister Liberman advocates a regional arrangement for peace with the Palestinians, instead of the as-yet unsuccessful bilateral approach. During a weekly meeting with the political party he chairs, Yisrael Beiteinu, Defense Minister Avigdor Liberman called upon US President Donald Trump’s advisor on Israel, Jason Greenblatt, to end efforts aimed at a bilateral peace agreement with the Palestinian Authority (PA). “I doubt if we can advance anything, let alone a historic or far-reaching agreement,” Liberman said, according to the Jerusalem Post. Greenblatt, tweeted on Sunday night that he was “headed back to Israel and the Palestinian Territories to continue our efforts to try to achieve a lasting peace.” At Monday’s meeting, Liberman argued against a bilateral peace process by pointing to the repeated failed attempts using this approach. “Therefore we call on the American envoy to ditch the bilateral track and instead invest all efforts into a regional arrangement,” Liberman continued. “If all the energy is invested in normalizing ties between Israel and the Arab states, the Palestinians and all others will have no choice but to join the initiative.” Trump previously expressed openness and support to the idea of a regional peace approach, during his meeting earlier this year with Prime Minister Benjamin Netanyahu in Washington, DC. Last month, a report suggested that Trump was thinking of abandoning the bilateral peace initiative between Israel and the PA altogether, after a series of apparently disappointing meetings between his advisers and PA officials.

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
Kaduri Unius REI Messiah Mickey Oberman • My Holy JHWHb] they can not translate my messages, and feel embarrassed! Give me some help!my Holy JHWH ] non riescono a tradurre i miei messaggi e si sentono imbarazzati! dammi un aiuto!

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
grazie amico mio tu puoi tradurre! Thanks my friend you can translate!

Human sacrifice 666 Cremation of Care

Kaduri, As much as I would like to translate for you I am handicapped. I don’t understand what you are saying. I would like to know though. I hope that “ne’er the twain shall meet.” can be defeated somehow. Mickey Kaduri, Per quanto mi piacerebbe tradurre per te sono handicappato. Non capisco cosa stai dicendo. Vorrei però sapere. Spero che “ne’er i due si incontreranno”. Può essere sconfitto in qualche modo. Mickey

Human sacrifice 666 Cremation of Care6 giorni fa
he Islamic Curse of Shariah Genocide, and its ummah mecca kaaba, that is substitution theology! If we do not do the genocide of ARABA LEGA? They will do it against us! Netanyahu Reads from Bible to Prove Hebron’s Tomb of Patriarchs is Jewish

Lunedi, 17 Luglio 2017

Berlusconi seppellisce l’«inciucio» e rassicura gli alleati: «Mai con Renzi»

Per essere nette ed inequivocabili, non c’è dubbio, lo sono. Ma la politica non è il terreno idoneo a far crescere l’albero dei “sempre” o dei “mai”. E non per malafede di chi li pronuncia, ma semplicemente perché cambiano i contesti e quel che era vero ieri, non lo è più oggi né, tantomeno, lo sarà domani.

Leggi tutto ›

Pensioni, l’allarme di Boeri (Inps): lo stop a 67 anni costa 141 miliardi

Leggi tutto >

Scelto il successore di al Baghdadi: è il capo Isis in Libia, cittadino francese

Leggi tutto >

Dux e Boia chi molla diventano marchi commerciali. Pennacchi registra il logo Littoria

Leggi tutto >

Il fuoco non dà tregua: Capalbio brucia, nel Lazio disabili minacciati

Leggi tutto >

No ai migranti in città: i sindaci guidano la rivolta dei residenti da Messina a Chieti

Terremoto, coi soldi degli sms solidali vogliono farci piste ciclabili e Spa

Verdetto choc, cambiare sesso? Non serve più la chirurgia: basta un giudice

Secolo d’Italia

Registrazione Tribunale di Roma n. 16225 del 23/2/1976

​Redazione: Via della Scrofa, 39 – 00186 Roma

Precedente zombies morti viventi gods Successivo CHINA RUSSIA INDIA avoid world war